“Io ti aspetto. Ma non so come si conta fino a per sempre”.

Alessandro D’Avenia dal libro “Cose che nessuno sa” (2011)

(Foto mia)