“L’amore è una cosa difficile. L’amore è una cosa rubata. Lui era venuto, una notte, silenzioso e assorto come un ladro che chiede di essere confortato, più che amato. Lo avevo accolto con le mie mani, piene di lacrime e di passione. Era bello e pareva redento. Era colto e pareva disposto a dare la sua cultura: invece voleva uccidermi. E per uccidere una donna non c’è che una maniera: legarle addosso il rimorso a vita e non darle la parte essenziale dell’amore. Lui sapeva che nella mia mente era caduta la censura del non ricordo e per toglierla era necessario un atto sessuale dolce e pieno. Lui lo negò, adducendo chiare scuse non bene precisate perché quell’uomo non voleva essere solo un amante, ma un lutto di Amore.”

Alda Merini -“Delirio Amoroso”