“Le favole non dicono ai bambini che i draghi esistono. Perché i bambini lo sanno già. Le favole dicono ai bambini che i draghi possono essere sconfitti”.(cit.)

Ci sono tuttavia draghi e draghi.
Certe volte sono tremendi, sputano fuoco e divorano la preda, sono arrabbiati e feriti. Altre volte sono draghi appassionati, pronti a donare la vita per un amico. Certi draghi hanno un cuore grande, generoso e fedele. Altri hanno un cuore piccolo, piccolo e pensano che il mondo abbia inizio con loro e che con loro sia destinato a finire. vivono d’istinto e non di emozioni.
Ritengo possano essere facce di una sola medaglia.
I draghi possono essere sconfitti certo, ma non battuti, piegati, mai spezzati.

Un drago non muore mai veramente.

Ognuno di noi può avere tutti gli aspetti di un drago, tutti giusti se integrati.

Questo dovremmo insegnare ai bambini.

Emanuela