La mia é l’età più bella! La paura che serra la gola, il futuro incerto, la schiena scricchiola. Questi anni sono difficili. È necessario fare nuovamente, la mia conoscenza! Il fisico cambia, cambia la mente, il modo di “sentire”quello che mi accade intorno, tutto è amplificato. Sono diventata più sensibile oppure, più fragile a partire dalle ossa. I capelli poi, imbiancano alla velocità della luce!😊 Poco tempo fa, ero giovane😀! Il mio corpo era perfino, in grado di procreare e con maggiore capacità forse, di incassare le bordate che la vita non risparmia. Tuttavia, credo oggi, che questa è l’età che preferisco. L’età della fragilità. A questa età ho imparato a respirare, ho imparato a camminare, ho imparato a ridere, ho imparato quanto vale un istante. Ho imparato la “seduta dignitosa”. Ho imparato che gli angeli esistono e sempre, guardano negli occhi.😀 Ho imparato la scrittura e la lettura, e attraverso di loro a chiedermi come sto, e ad ascoltarne la risposta, anche. Ho imparato la passione, declinata in ogni suo aspetto. Ho imparato che pro-creare è molto più che partorire. E che i miei figli sono estensione del mio respiro. Ho imparato a stare sui tacchi alti e soprattutto, a piedi nudi.😊 Ho imparato a mangiare più lentamente e a godere il mio tempo, un tempo lento da lumaca. Ho imparato l’arte dell’accettazione che non vuol dire sottomissione, semplicemente che molto, non dipende da me. Ho imparato che le verità sono molte tuttavia rare, quelle vere. Ho imparato che io sono molto di più delle azioni che compio e questo, vale per ogni essere vivente. Ho imparato che a qualcuno piaccio, ad altri non piaccio più, ad altri ancora, proprio non vado giù e che, va bene così! Ho imparato che una “e”, ha più valore di un “ma”. Ho imparato che “troppo”non è una colpa, semplicemente, l’unità di misura di qualcuno. Ho imparato, che rispetto non è un optional, è l’essenza profonda di una vita. Ho imparato a chiedere. Ho imparato a lasciare andare. Ho imparato che sono; ingombrante, impegnativa, complicata, fedele a me stessa e a quello in cui credo, Dio compreso e che, mi piaccio così!😊 Ho imparato che posso permettere alla mia anima di evolvere ed ho imparato, che puo’ esistere,dall’altra parte del mondo, qualcuno che mi chiama per nome riconoscendomi. Ho imparato a parlare in prima persona singolare, a costruire la mia casa fuori e dentro di me e a tornarci anche. Ho imparato che principi, principesse o ranocchi per salvarsi hanno bisogno di rimboccare le maniche della propria camicia. Ho imparato che le persone cambiano, feriscono, a volte uccidono e possono farlo mentre ti sorridono. Ma che poi non muori veramente, anzi. Che se vuoi un amico fedele conviene puntare sul cane, ma anche no.😀 Ho imparato che anche io cambio continuamente e forse, con un sorriso posso uccidere. Ho imparato che qualcuno ha vissuto la mia primavera e qualcun’altro vivrà con me l’autunno e che, vuoi mettere i colori dell’autunno…😊 Questa è l’età più bella dove non ho ancora imparato tutto. È l’età in cui posso concedermi di dire quello che penso, senza timore di essere giudicata, di fare proprio quello che mi piace magari, con un po’ di ironia. Passare dalle fiabe, alla poesia, a fare la lotta in piazza con le altre donne, per il diritto di esistere. Ho imparato che non tutte le donne sono amiche. E non tutti gli uomini nemici. Ed ho imparato che per un sogno, vale la pena di morire, e che i sogni possono essere tanti. Ho imparato che “nonna”, è più grande di “mamma”. E che un abbraccio ha il potere di condurmi dritta ad un cuore. Questa è l’età in cui ogni giorno è un dono da vivere a braccetto con la morte, insieme alle mie radici ed alle amiche ed agli amici che già non ci sono più. È l’età della fragilità, della paura certo, forse della solitudine, tuttavia è l’età in cui ora mi riconosco; alla paura la guardo in faccia, ed alla solitudine, tendo amorevolmente la mano. Questo non ha prezzo😉. È proprio l’età più bella!😊 Emanuela 🎂