Cerca

Il liberastorie

La narrazione che libera tutti

Mese

dicembre 2017

Buon anno

Mi auguro un anno pieno di me!
Un nuovo anno dove potermi finalmente ri- conoscere.
Mi auguro un anno di lavoro e di impegno, di passione e di creatività.
Mi auguro chiarezza, sincerità e coerenza.
Mi auguro di non mentirmi mai.
Mi auguro di riconoscere a chi donare amore e a chi no.
Mi auguro di ridere così forte da farmi male le guance.
Mi auguro di camminare, camminare piano, senza la fretta di dover correre qua e là.
Mi auguro un amore che sia disposto a sudare sette camicie per conquistarmi e che non si stanchi poi, di tenermi dentro.
Mi auguro un amore che voli al mio fianco, né avanti né indietro.
Mi auguro tanto amore da scoppiare!!
Lo auguro a tutti noi❤
Buon 2018!

Emanuela

Buon Natale

…Che sia buono come i biscotti fatti in casa, che sia buono da ridere, che sia buono da baciare, che sia buono, tanto da viverci insieme…🤶

Buon Natale 💖

Qualche volta il destino assomiglia a una tempesta di sabbia che muta incessantemente la direzione del percorso. Per evitarlo cambi l’andatura. E il vento cambia andatura, per seguirti meglio. Tu allora cambi di nuovo, e subito di nuovo il vento cambia per adattarsi al tuo passo. Questo si ripete infinite volte, come una danza sinistra con il dio della morte prima dell’alba. Perché quel vento non è qualcosa che è arrivato da lontano, indipendente da te. È qualcosa che hai dentro. Quel vento sei tu. Perciò l’unica cosa che puoi fare è entrarci, in quel vento, camminando dritto, e chiudendo forte gli occhi per non far entrare la sabbia.

 MURAKAMI, Kafka sulla spiaggia

💖💖

Il filo

Al filo di seta bianco che tengo legato al dito, ci ho attaccato un palloncino rosso, che ha l’aspetto di un delfino.
Me lo porto a spasso in su e in giù e lui leggero, saluta Sole e Luna.

Spesso, svagato si perde dentro candide nuvole rosa.

A volte, incontra la pioggia che lo bagna tutto.

A volte, invece il vento impetuoso che lo spaventa un po’.

Ciò nonostante, il nodo ancora tiene e il delfino gaio galleggia.

Emanuela

Pace

Per ogni palpito di vita,
c’è un tempo immenso dove poter correre a piedi scalzi.

Emanuela

Lascia andare quella voce interna dura e appuntita. È un eco del passato, Che non afferma nessuna verità su questo momento. Lascia andare il giudizio su di te, il vecchio e abituale modo di rimproverarti per ogni inadeguatezza immaginata. Permetti che il dialogo interno cresca amichevole e tranquillo. Spostati dalla critica interiore e la vita ti sembrerà improvvisamente molto diversa.
Danna Faulds

Blog su WordPress.com.

Su ↑