C’era una volta,

un Delfino che aveva per amico un Drago. Il Drago disse al Delfino: <Vorrei vedere il mare e le sue profondità, provare ciò che provi tu mentre ti immergi.>

Il Delfino rispose:< Io vorrei vedere il mondo con i tuoi occhi, come lo vedi tu, sorvolando ogni territorio, anche il più ostile, sentirmi come te mentre voli.>

Lo desideravano intensamente, tuttavia, a nulla valevano i loro sforzi per trovare una eventuale soluzione.

Chi mai potrà aiutarci? Si domandavano i due.

Così chiesero aiuto a tutti gli abitanti del piccolo villaggio che furono chiamati ad interrogarsi per dipanare il quesito, tuttavia, nessuno riusciva a trovare una via di uscita. Non era possibile, infatti, per i due amici vivere queste esperienze. I due esseri erano diversi ed incompatibili.

Ad un tratto, si fece largo tra la folla la Fata Aria accompagnata dalla Fata Acqua.

Decisero di provare a fare un incantesimo. Estrassero le loro meravigliose bacchette magiche da sotto i vestiti di porpora, pronunciarono la fatidica formula e, in un battere di ciglio, unirono con un filo invisibile il cuore del Drago al cuore del Delfino.

Questo incantesimo, permetteva al filo invisibile di tenerli uniti per sempre; essi così potevano sentirsi, provare ed essere finalmente un unico animale e riuscire, in questo modo, a vivere l’uno le emozioni dell’altro.

Il Drago quindi, poteva provare quelle del Delfino, mentre leggero si immergeva negli abissi; il Delfino a sua volta, riusciva a provare quelle del Drago mentre volava alto e possente nel cielo.

Gli abitanti del villaggio affermano che, in certe notti di luna piena, è possibile vedere uno strano animale volare alto nel cielo. L’animale è in grado di lanciare fiamme dalla bocca ed allo stesso tempo, è in grado di scendere giù in picchiata immergendosi nell’oceano per risalire poi alto nel firmamento.

I bambini di quel villaggio hanno dato uno strano nome all’essere misterioso, lo hanno chiamato: DRALFINO, l’unione perenne di un Drago e di un Delfino.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

.