Cerca

Il liberastorie

La narrazione che libera tutti

Ho letto da qualche parte che dietro una grande donna c’è sempre una buona tazza di caffè, a tutte le ore…aggiungo io,
Nero, bollente, profondo…
Il caffè fa “casa”, con il suo odore e rumore. Fare il caffè bene è una vera arte.
Come costruire un amore, un progetto,
un’ idea. Ci vuole il cuore per fare il caffè.
Ci vuole il tempo. Ci vuole la passione.
Ci vuole la tazzina adatta e una buona miscela…E coraggio ci vuole.
Per ripetere gli stessi gesti senza stancarsi, ci vuole coraggio…Ecco perché dietro una grande donna c’è sempre una buona tazza di caffè🍵💖

Emanuela

E quando dico “sii un poeta”
non intendo dire che devi scrivere poesie,
ma che devi essere poetico:
la tua vita deve essere poetica,
il tuo approccio deve essere poetico.
La logica è arida, la poesia è viva.

Osho

…Immagina una ferita, così profonda da caderci dentro.

Immagina la notte, quando mi sveglio, quando scrivo, quando resto immobile a sentire ciò che sale muto e freddo.

Emanuela

Comincia con lo scrivere il tuo nome,
perché ne resti traccia, qualche segno di grafite
risonante nel bianco. Con poche lettere
sigla decenni di storia, il silenzio
della pagina pronto a spalancarsi,
ad accogliere e disperdere.
Spicca nel bianco e non è più bianco
ma voce la matita che attraversa il foglio,
e goccia a goccia qualcosa cede e ti si allarga dentro:
Pierluigi, e dopo Cappello, in un sussurro un nome;
e dentro un nome, l’uomo che non concede a sé
i suoi stessi lineamenti, protetti da un’ottusità misericordiosa.
Leggero, come la cenere. Fresco, come l’aria fra le dita.
Scomparso, come una nuvola.

Pierluigi Cappello

L’albero

La tempesta ha spezzato in due il tronco di un albero nel mio giardino.
La sua chioma non ospiterà più passeri vivaci. Giace a terra in attesa di seccare. Poi sarà buona da bruciare.

La furia del vento ha fatto il suo lavoro, le radici anche.

L’albero per una parte è in piedi. Un po’ malridotto ma saldo nella terra.

Un getto sbuca dal basso, tra il tronco e le radici. La vita ancora scorre dentro.

Con il tempo dara’ vita ad un nuovo ramo e poi ad un altro ancora. Getto dopo getto, germoglio dopo germoglio, nuove fronde si apriranno al sole.

Le tempeste servono a ricordare che nello spezzarsi non c’è dolore.

Emanuela

“Tutti desiderano la felicità, tutti vogliono trovare il loro Io più puro…”

Dal film Kundun

Desiderare la felicità è nella natura umana, lasciare che l’altro la trovi, mette fine della sofferenza.🙏

Ricercare la propria felicità è una strada da percorrere da soli.

La responsabilità della ricerca è personale.
Conduce dritta alla pace del cuore❤

Namaste’🙏

Emanuela

Caro, caro Natale, che hai il potere di ricondurci alle illusioni della fanciullezza, che ricordi al vecchio i piaceri della sua gioventù, che riconduci da mille miglia lontano il viaggiatore e il navigante al suo focolare, fra le pareti tranquille della sua casa!

Charles Dickens

P.S.

Si, lo so, niente di originale nel mio albero!

Ma ha il potere di farmi felice…

😊❤🙏

Emanuela

Le tue convinzioni diventano i tuoi pensieri.
I tuoi pensieri diventano le tue parole.
Le tue parole diventano le tue azioni.
Le tue azioni diventano le tue abitudini.
Le tue abitudini diventano i tuoi valori.
I tuoi valori diventano il tuo destino.
(Gandhi)

Vi auguro sogni a non finire.

La voglia furiosa di realizzarne qualcuno.

Vi auguro di amare ciò che si deve amare

e di dimenticare ciò che si deve dimenticare.

Vi auguro passioni.

Vi auguro silenzi.

Vi auguro il canto degli uccelli al risveglio

e risate di bambini

Vi auguro di resistere all’affondamento, all’indifferenza,

alle virtù negative della nostra epoca.

Vi auguro soprattutto di essere voi stessi.

Jacques Brel

Blog su WordPress.com.

Su ↑