Cerca

Il liberastorie

La narrazione che libera tutti

Ho sostato così a lungo nel deserto del cuore che l’anima ora ha un unico bisogno, l’acqua…
Emanuela

LA NOSTRA VITA BELLISSIMA

Oggi ho capito
che la mia vita è bellissima.
Ogni giorno la festeggio
e la condanno,
la offro e la ritiro,
la mostro e la nascondo.
La mia vita
mi adora e mi offende,
mi combatte e mi difende.
Non ci credevo alla bellezza
della mia vita,
non ci volevo credere,
pensavo che la morte
se la potesse portare via questa bellezza
e invece la morte è solo una scatola poggiata
nella mia stanza, io ci frugo dentro
come se volessi trovare qualcosa di ulteriore
a quello che trovo nella vita.
Abbiate cura di credere
alla bellezza della vostra vita,
è difficile che non sia bella,
è veramente difficile.
E non dovete combattere con nessuno,
e nessuno vi deve guarire,
non dovete chiudervi in una forma,
ma volteggiare,
attraversare il mondo
con la testa di una farfalla,
e restare sospesi,
non serve a nulla decidere,
conficcarsi, il segreto è soffiare
sui sentimenti, tenerli in aria
assieme agli angeli e alle nuvole.

Franco Arminio

L’inquinamento del pianeta è solo un riflesso esteriore di un inquinamento psichico interiore.

Milioni di persone inconsapevoli che non si assumono la responsabilità del loro spazio interiore e così facendo inquinano il loro ambiente oltre che se stessi.

Eckart Tolle

“Un giorno, da qualche parte, in qualche posto,

inevitabilmente ti incontrerai con te stesso.

E questa, solo questa, può essere la più felice o la più amara delle tue giornate”

(Pablo Neruda)

“La domanda è la chiave. Porsi la domanda giusta è l’azione centrale della trasformazione-nelle fiabe, nell’analisi e nell’individuazione.

La domanda debitamente formulata proviene sempre da una curiosità essenziale su che cosa c’è al di là. Usare la chiave, la domanda, per aprire la porta, fa spalancare ingressi della psiche.

Clarissa Pinkola Estés ci ricorda:

Nei misteri eleusini, la chiave era nascosta sotto la lingua, a significare che il nodo della cosa, l’inizio, la traccia si trovano in un particolare insieme di parole, di domande – chiave. E le parole di cui soprattutto hanno bisogno le donne in situazioni simili a quelle descritte nella storia di Barbablu’ sono:

CHE COSA C’È DIETRO?…

CHE COSA NON È COME SEMBRA?

CHE COSA CONOSCO NELLA PROFONDITÀ DELLE OVAIE CHE VORREI NON SAPERE?

CHE COSA IN ME È STATO UCCISO, O STA MORENDO?”

Fiabe di potere Sherazade incontra Barbablu’ -Paola Biato-

Ogni tanto rido con Y.D.R.

📌Più ossigeno al corpo e alla mente infatti, una mente ossigenata equivale a pensieri migliori.

📌 Livelli di cortisolo, ormone responsabile dello stress, più bassi.

📌 Aumento di endorfine, antidolorifici naturali.

📌 È un ottimo esercizio cardiaco, infatti 1 min di risata, equivale 10 min di esercizio al vogatore.

📌 Favorisce la circolazione sanguigna/ linfatica e la digestione.

📌Risveglia il comportamento giocoso tipico dell’infanzia.

📌 Le relazioni sociali migliorano ridendo insieme a nuovi amici

😂😂😂😂😂😂😂😂😂😂😂😂😂😂

ALTAMENTE CONSIGLIATO!

Emanuela

La cosa terribile è che, se in queste tenebre in cui non c’è nulla da amare l’anima cessa di amare, l’assenza di Dio diventa definitiva. Bisogna che l’anima continui ad amare a vuoto, o almeno a voler amare, sia pure con una parte infinitesimale di se stessa. Allora viene il giorno in cui Dio le si mostra e le rivela la bellezza del mondo […].

Simone Weil

Tra fare ed essere

Cerco di amare ciò che faccio mentre imparo ad amare ciò che sono.

È il senso del mio fare ora.

Emanuela

Forse attorno al mio cuore c’è una specie di guscio duro e sono veramente poche le cose che possono romperlo e entrarci dentro. Forse non sono capace di amare.”

— Haruki Murakami

Blog su WordPress.com.

Su ↑